You are currently viewing Anche su LinkedIn le icone reaction come su Facebook

Anche su LinkedIn le icone reaction come su Facebook

Chi può fare a meno dei social network? Le moderne piattaforme social ci hanno abituati da molti anni a restare in contatto con famiglia, amici e colleghi di lavoro comodamente dalle app sui nostri dispositivi, e a condividere in maniera istantanea il flusso di momenti quotidiani e straordinari, ricordi, informazione e intrattenimento, che compone la storia del nostro profilo pubblico. Mentre i social fun oriented come Facebook ci offrono da tempo la possibilità di modulare le sfumature del nostro consenso, cioè noi possiamo cliccare sul pollice in su per dire “mi piace”, sul cuoricino per esprimere un’emozione più intensa, sulla faccina ridente se il post ci fa ridere eccetera, LinkedIn era rimasto finora legato a una sola modalità di approvazione sociale, il classico Like col pollice in su, a questo punto inadeguato a esaurire la gamma di emozioni che al giorno d’oggi perfino un post sui nostri interessi professionali deve suscitare.

In questi giorni LinkedIn ha deciso di seguire l’esempio di Facebook. Infatti oggi sul canale social possiamo reagire a un post in ben cinque modi, quattro in più dello storico Like. Se un nostro collega o conoscente condivide con noi una promozione, un colloquio brillantemente superato o un suo intervento pubblico possiamo “applaudire” con Celebrate, una rappresentazione vagamente “haringiana” (nel senso di Keith Haring) del rumore emesso da due mani stilizzate in tonalità di verde. Abbiamo anche qui il cuoricino rosso per questa idea di Love tutta contemporanea dei social, cioè non il classico Love tutto libertà e individualismo della generazione hippy degli anni ’60, ma un concetto molto moderno di equilibrio emotivo e appagamento esistenziale. Un’iconica lampadina illuminata è il simbolo della reazione insightful, che richiama con il suo nome quello che in psicologia si chiama insight (letteralmente visione interiore), cioè quello che accade nella nostra mente quando arriviamo alla soluzione di un problema o ci viene un’idea interessante. Infine una simpatica faccina in tonalità lavanda è il simbolo della reazione Curious, che, come il nome fa intuire, è il nostro modo di dire che vorremmo saperne di più sull’argomento del post.

Maurizio Crescenzo